ARIT - produzione

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

E-gov Regione Abruzzo

E-gov Regione AbruzzoIl piano di e-government regionale è uno strumento per la programmazione e la definizione delle politiche di sviluppo della società dell'informazione a livello locale e si inserisce all'interno del piano europeo e nazionale ....

ICAR

ICARICAR (Interoperabilità e Cooperazione Applicativa fra le Regioni) è l’azione interregionale finalizzata al coordinamento dello sviluppo in tutti i territori regionali della cooperazione applicativa secondo le specifiche SPCoop. L'azione è stata avviata ....

Data Center - RA

Data Center - ARIT Soluzioni e servizi tecnologici in outsourcing per la PA locale - L’Agenzia offre soluzioni tecnologiche alla PA Locale e agli Enti che erogano servizi informatici sul territorio regionale .....

GEO Portale

Geo portaleIl Servizio Infrastrutture statistiche e geografiche fornisce un canale di diffusione delle informazioni territoriali prodotte dalla Regione Abruzzo e si pone l'obiettivo di garantire il miglioramento dei servizi offerti al cittadino ....

Sanità elettronica

E-health

Le nuove opportunità generate dall’evoluzione della tecnologia insieme alla spinta per un migliore livello di servizio hanno permesso di lanciare negli ultimi anni, in larga parte dei paesi avanzati, ampi programmi per la creazione di infrastrutture di Sanità Elettronica ....

Home

Agenda Digitale Regione Abruzzo 2014-2020

Email Stampa PDF

Agenda Digitale Regione Abruzzo 2014-2020Con Deliberazione di Giunta Regionale n. 471 del 15/07/2014 la Regione Abruzzo ha approvato l'Agenda Digitale Regione Abruzzo 2014-2020. In allegato a tale articolo è possibile consultare il testo completo del documento

Allegati:
Scarica questo file (AgendaDigitale_RA_2014_2020.pdf)AgendaDigitale_RA_2014_2020.pdf[Agenda Digitale Regione Abruzzo 2014-2020]4266 Kb

Modelli unificati e semplificati in materia di edilizia

Email Stampa PDF

Ministero Funzione Pubblica

(tratto da www.funzionepubblica.gov.it)

Adottati, con l'accordo Italia Semplice siglato il 12 giugno 2014 tra Governo, Regioni ed Enti Locali, i moduli unificati e semplificati per la SCIA edilizia e il permesso di costruire, previsti nella lettera aperta ai dipendenti pubblici e ai cittadini.

Massima semplificazione: non verrà più chiesta la documentazione che l'amministrazione ha già. Basterà una semplice autocertificazione o l'indicazione degli elementi che consentono all'amministrazione di reperire la documentazione.

Invece degli oltre 8000 moduli, sinora in uso, un solo modulo che, dove necessario, potrà essere adeguato alle specificità della normativa regionale.

Il modello unificato agevolerà l'informatizzazione delle procedure e la trasparenza per cittadini e imprese. È solo un primo passo che dà attuazione all'accordo tra Governo, Regioni e Comuni per la riforma della PA e la semplificazione.

Proseguirà l'impegno per:

  • verificare l'effettiva diffusione del modulo: il risultato non è raggiunto fino a quando non è percepito da imprese e cittadini;
  • adottare gli altri moduli per l'edilizia, l'ambiente e l'avvio delle attività produttive;
  • proseguire con la semplificazione delle procedure connesse alle attività edilizie.

A titolo esclusivamente dimostrativo è disponibile on line una demo del modulo SCIA (link esterno).

N.B. Nel suo formato digitale il modulo è progettato in modo da richiedere le sole informazioni necessarie a secondo del tipo di intervento.

Queste versioni dei moduli prevedono, necessariamente, tutta la casistica degli adempimenti connessi alla Scia e al permesso di costruire sul territorio nazionale.

Allegati:
Scarica questo file (cu accordo 12062014.pdf)cu accordo 12062014.pdf[Accordo per l'adozione di moduli unificati e semplificati]75 Kb
Scarica questo file (pdc modulo unico 12giu2014 def.doc)pdc modulo unico 12giu2014 def.doc[Permesso di costruire in formato editabile (DOC)]433 Kb
Scarica questo file (pdc_modulo_unico.pdf)pdc_modulo_unico.pdf[Permesso di costruire in PDF]151 Kb
Scarica questo file (scia modulo unico 12giu2014 def.doc)scia modulo unico 12giu2014 def.doc[SCIA edilizia - Modulo unico in formato editabile (DOC)]480 Kb
Scarica questo file (scia_modulo_unico.pdf)scia_modulo_unico.pdf[SCIA edilizia - Modulo unico in PDF]169 Kb

Decreto avvio PIN unico

Email Stampa PDF

Ministero Funzione Pubblica

(tratto da www.funzionepubblica.gov.it)

Il Governo italiano ha notificato alla Commissione europea la bozza di decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri per la definizione delle caratteristiche del sistema pubblico per la gestione dell'identità digitale dei cittadini e delle imprese (SPID). Con il decreto SPID si avvicina l'obiettivo del Pin unico per usufruire online dei servizi offerti dalle amministrazioni pubbliche che potrà essere integrato anche con i servizi offerti dagli operatori privati. Dopo l'approvazione della Commissione europea, il decreto sarà adottato e pubblicato sulla GU. A partire da tale data, saranno avviate le prime attività che vedono coinvolti i gestori di identità - che rilasciano ai cittadini il PIN unico - e le amministrazioni centrali e territoriali che saranno coinvolte nella fase pilota del sistema per arrivare, nel 2015, a un suo utilizzo generale per i cittadini e le imprese. SPID farà parte dei sistemi di identificazione validi in tutta l'Unione Europea. Quindi non solo un cittadino italiano potrà utilizzare l'Identità digitale per accedere a servizi ovunque nella UE, ma i cittadini dei paesi membri che per studio o lavoro si trovano in Italia, potranno essere riconosciuti se dispongono di una identità digitale valida nel loro paese d'origine. La notifica alla Commissione europea è avvenuta ai sensi della direttiva 98/34/CE, relativa ad una procedura di informazione nel settore delle norme e regole tecniche.

Rettifica notizie stampa

Email Stampa PDF

ARITSono apparse notizie di stampa che attribuiscono all’ARIT la responsabilità dei disservizi informatici relativi alla pubblicazione dei risultati elettorali.

Si informa infatti che l’ARIT non è stata incaricata della progettazione e realizzazione del sistema informativo in oggetto le cui attività sono state svolte direttamente dalla Regione Abruzzo.

Il disservizio non è pertanto imputabile a responsabilità dell’Agenzia come invece emerge dalla stampa.

Il Direttore Generale Ing. Carlo Greco

Biometria: il Garante detta le nuove regole e apre una consultazione

Email Stampa PDF

Grafometria

Sarà più semplice utilizzare tecnologie biometriche, come quelle per la lettura delle impronte o l'analisi della firma, per controllare accessi, per autenticarsi o per sottoscrivere documenti informatici. I soggetti pubblici e privati che si atterranno ai limiti e alle rigorose misure di sicurezza individuati dal Garante Privacy potranno infatti procedere direttamente nell'adozione di questi nuovi strumenti senza presentare, caso per caso, richiesta di verifica preliminare.

Con il nuovo provvedimento a carattere generale, l'Autorità ha individuato specifici casi in cui non sarà più necessario effettuare un interpello preventivo per l'adozione di tecnologie biometriche, definendo però un quadro di regole a tutela delle libertà personali. Sarà quindi consentito il rilevamento delle impronte digitali per l'accesso fisico ad aree riservate, oppure per l'attivazione di dispositivi elettromeccanici ed elettronici. Le impronte e la topografia della mano potranno essere usate anche per "usi facilitativi" (come, ad esempio, accesso banche e biblioteche), ma solo con il consenso degli interessati e purché siano garantite modalità alternative per chi non vorrà usare strumenti biometrici. Potrà essere adottata senza interpello anche la firma grafometrica per la sottoscrizione di documenti informatici. Non si potranno, invece, realizzare archivi biometrici centralizzati o utilizzare i dati per finalità diverse da quelle specificate.

Allegati:
Scarica questo file (Linee guida in materia di riconoscimento biometricoe firma grafometrica.pdf)Linee guida in materia di riconoscimento biometricoe firma grafometrica.pdf[Linee guida in materia di riconoscimento biometrico]365 Kb
Leggi tutto...

Avviso pubblico per l'integrazione alla costituzione di un elenco ristretto degli Avvocati di Fiducia (short list) per l’affidamento di incarichi professionali presso l’Agenzia Regionale per l'Informatica e la Telematica

Email Stampa PDF

ARITE' pubblicato nella sezione BANDI DI CONCORSO l'avviso per l'integrazione della costituzione di un elenco ristretto degli Avvocati di Fiducia (short list) per l'affidamento di incarichi professionali presso l’Agenzia regionale per l'Informatica e la Telematica.

Clicca qui per scaricare l'avviso

IN VIA DI REALIZZAZIONE IL PROGETTO "305 WIFI FREE"

Email Stampa PDF

WiFi FreeCASTIGLIONE: "PUNTIAMO AD ABBATTERE IL DIGITAL-DIVIDE". E' ormai in via di realizzazione il progetto "305 WiFi Free", ambiziosa iniziativa avviata dalla Giunta regionale e, nello specifico, dall'assessorato allo Sviluppo economico, che permetterà, in pochi mesi, di dotare ogni Comune d'Abruzzo di almeno un'area WiFi free sul proprio territorio. I diversi interventi previsti dalla Regione relativamente al piano strategico in materia di banda larga, tra loro sinergici e coerenti con l'Agenda digitale europea ed italiana, hanno, infatti, l'obiettivo di promuovere la massima riduzione del Digital-Divide nell'ambito del territorio regionale e garantire una omogenea diffusione dei servizi digitali. Nello specifico, attraverso il progetto "305 wifi free", finanziato con le risorse del POR FESR 2007-2013, tutti i Comuni del territorio regionale avranno almeno un Hot Spot Wireless (luogo di connessione a internet aperto al pubblico), nelle aree antistanti i luoghi di principale aggregazione, che consentirà ai cittadini, ai turisti ed agli studenti di accedere gratuitamente alla rete internet ed ai servizi innovativi offerti dalla P.A. Tali servizi realizzati dalla Regione nei vari ambiti (amministrazione digitale, Suap, sanità digitale, turismo), saranno erogati attraverso i due data center regionali dell'Aquila e di Tortoreto Lido.

Leggi tutto...

Hotspot sedi ComNet Regione Abruzzo

Email Stampa PDF

WiFi FreeLa Regione Abruzzo, nell’ambito del Programma Operativo Regionale FESR 2007-2013 Asse III, Attività III.1.1,  si pone l’obiettivo di incrementare la qualità e la fruibilità dei servizi erogati ai cittadini ed alle imprese. Pertanto in linea con quanto previsto nell’Agenda Digitale Europea, “Pilastro ICT per la società”, iniziativa“e-Government (amministrazione pubblica online)” e con la scheda del POR-FESR Abruzzo 2007-2013 Asse III, che prevede di realizzare infrastrutture di connessione a banda larga che tengono conto dell’evoluzione tecnologica (wireless, wimax, combinati, ecc), che costituiscono dunque, una delle direzioni prioritarie verso cui orientare specifiche azioni anche di medio e lungo periodo, è stata individuata l’iniziativa di dotare tutti i Comuni del territorio regionale di un’infrastruttura wireless (HOTSPOT) nelle aree antistanti i luoghi di principale aggregazione, le biblioteche  e le sedi istituzionali regionali, al fine di consentire l’accesso online da parte di tutti i cittadini-utenti ai servizi offerti della P.A che si trovano in prossimità dell’Ente Comunale.

Tale intervento ha dunque lo scopo di favorire la diffusione dei servizi informativi connessi alla mobilità, al turismo e alla valorizzazione del patrimonio culturale mediante la fornitura di un accesso Internet wifi gratuito che utilizza l’infrastruttura a banda larga della Community Network Regionale (ComNetRA).

Il progetto “ComNet-RA– Servizi di trasporto della Community Network della Regione Abruzzo” prevede, in linea con il P.A.S.I, la realizzazione di una rete telematica a diffusione regionale che si prefigge il collegamento delle amministrazioni locali (regionali, provinciali, montane e comunali) e di altri Enti come Università, Camere di Commercio, Enti Parco, ecc…

La realizzazione di tale struttura di trasporto ha l’obiettivo di dare una spinta propulsiva al superamento del divario creatosi nel tempo tra il territorio regionale montano, rimasto più arretrato nell’utilizzo delle risorse naturali esistenti e nello sviluppo del processo di industrializzazione, e la zona collinare e costiera maggiormente dinamica sia nell’impiego delle risorse, sia nello sviluppo di attività imprenditoriali.

Pertanto, la presente iniziativa in sinergia con il processo di diffusione della ComNetRA si prefigge i seguenti obiettivi:

  • - potenziare i sistemi informativi e telematici;
  • - promuovere la diffusione dei servizi online ed aumentarne l’offerta, con erogazione multicanale;
  • - aumentare l’efficacia di comunicazione dei portali istituzionali, con possibilità di accesso ai servizi informativi connessi alla mobilità, al turismo e alla valorizzazione del patrimonio culturale e ambientale, erogati online e fruibili attraverso l’uso di dispositivi portatili e postazioni dedicate;
  • - stimolare la domanda con conseguenti riflessi positivi sull’offerta di esercizi commerciali anche connessa all’uso delle nuove tecnologie per la promozione.

L'intervento vede inizialmente l'interessamento di 211 Comuni della Regione Abruzzo, scelta dovuta alla disposizione da parte dell’operatore Telecom alla data attuale della connettività necessaria per l’attivazione del servizio. E’ in fase di studio la possibilità di allargare tale servizio anche ai restanti Comuni del territorio regionale.

Di seguito all'articolo è possibile scaricare la sintesi progettuale del progetto ed il regolamento di accesso al servizio. Per ulteriori informazioni è possibile inviare una mail all'indirizzo di posta elettronica tradizionale Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. oppure consultare le FAQ del progetto Hotspot

ARIT Regione Abruzzo Comunità Europea

Allegati:
Scarica questo file (Progetto_HOT_SPOT_sintesi.pdf)Progetto_HOT_SPOT_sintesi.pdf[Sintesi del progetto]234 Kb
Scarica questo file (Regolamento_accesso_Hotspot.pdf)Regolamento_accesso_Hotspot.pdf[Regolamento accesso servizio Hotspot]78 Kb

Pagina 1 di 11