ARIT - produzione

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Aree Tematiche > Sistemi informativi territoriali > Sviluppo del Sistema Informativo “Modello Unico Digitale per l’ Edilizia della Regione Abruzzo”

Sviluppo del Sistema Informativo “Modello Unico Digitale per l’ Edilizia della Regione Abruzzo”

Email Stampa PDF

Nello scenario di dare continuità agli interventi avviati in materia di e-government, è stata individuata la necessita da parte della Regione Abruzzo di dotarsi dl un modello unico informatico on-line per la presentazione delle pratiche edilizie agli uffici tecnici da parte del professionisti incaricati o del soggetti aventi titolo, con lo scopo di dare maggiore impulso alla semplificazione amministrativa, alla dematerializzazione del documenti,dare maggiore circolarità informativa e di conoscenza fra le P.A., i cittadini, i professionisti e le imprese, di favorire l'attuazione del federalismo fiscale e di unificare il processo edilizio e catastale.

II D.P.R. 380/2001 intitolato "Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia" contiene i principi fondamentali e generali e le disposizioni per la disciplina dell'attività edilizia, istituisce lo Sportello unico per l'edilizia (art. 5) e ne disciplina l'operatività.

Attraverso Lo Sportello unico per l'edilizia, i Comuni debbono curare tutti i rapporti fra il privato, l'amministrazione e, ove occorra, le altre Amministrazioni tenute a pronunciarsi in ordine all'intervento edilizio oggetto della richiesta di permesso o dl denuncia di inizio attività. Interventi in zone sismiche non possono prescindere da specifiche autorizzazioni rilasciate dagli organi competenti.

AI fine di indirizzare, uniformare e standardizzare su tutto II territorio regionale le attività degli uffici delle strutture comunali, provinciali e regionali competenti in materia sismica, coerentemente alla legislazione statale e a quanto previsto nel Testo unico per l'edilizia, la Regione Abruzzo, con la L.R. 28/2011, ha introdotto una serie di norme per la riduzione del rischio sismica e modalità di vigilanza e controllo su opere e costruzioni in zone sismiche.

In applicazione della nuova normativa sismica della Regione Abruzzo (Legge Regionale 11 Agosto 2011, n. 28 - "Norme per la riduzione del rischio sismico e modalità di vigilanza e controllo su opere e costruzioni in zone sismiche") tale sistema dovrà costituire il supporto tecnologico a tutte le strutture comunali, provinciali e regionali competenti in materia per la gestione telematica delle pratiche sismiche (SUAP, SUE e Geni Civili Provinciali).

Grazie ad opportuni interventi specialistici previsti nell'ambito del presente progetto, la piattaforma procedimentale R.A.Ri./SUAP dovrà informatizzare i principali procedimenti ed endo-procedimenti del SUE. Dovranno essere previste e configurate tutte le funzionalità di front-office e di back-office che possano garantire uniformità di gestione dei procedimenti da parte degli uffici preposti, servizi più efficienti ed integrati tra procedimenti in capo a diversi enti competenti ed il migliore livello di servizio agli utenti. Relativamente alla gestione delle procedure di autorizzazioni sismica l'implementazione e configurazione della piattaforma procedimentale dovrà recepire quanto previsto dalla L.R. n.28/2011 e dal Tavolo Tecnico di Coordinamento tra le quattro Province abruzzesi, oltre che ai requisiti e agli standard di riferimento per lo Sportello Unico dell'Edilizia e al MUDE previste dal D.P.R. 380/2001.

L'esperienza che deriva dal progetto R.A.Ri.-SUAP potrà essere utilmente ripresa per replicare un modello organizzativo e di servizi estremamente efficace, estendendo ulteriormente i servizi erogati della piattaforma per l'informatizzazione dei procedimenti edilizi degli Sportelli Unici per l'Edilizia (SUE), cosi come definiti dal D.P.R. n.380/01, realizzando agevolmente una completa integrazione tra procedimenti SUAP ed endoprocedimenti edilizi del SUE.

L'importo a base di gara, soggetto a ribasso è pari ad Euro 190.000,00 Iva esclusa.

L'appalto è aggiudicato in base al criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa valutata da una Commissione appositamente nominata con atto del Direttore Generale dell'ARIT.

Data di pubblicazione: 22 Gennaio 2014 - Delibera ARIT n. 4 del 22 Gennaio 2015

Stato attuale della gara: GARA IN FASE DI AGGIUDICAZIONE

Non viene fatto uso di cookie per le informazioni di carattere personale, né vengono utilizzati cookie persistenti di alcun tipo ovvero sistemi per il tracciamento utenti. Se vuoi consultare la cookie policy clicca sul link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Consulta la nostra pagina sulla privacy.

Accetto cookie da questo sito.